Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Il corso che vorremmo (concorso di idee)

Nell’anno accademico 2022-2023 non terrò il mio corso “itinerante” sulla Via degli dei. Devo quindi sostituirlo con un laboratorio applicativo o con un corso libero. Le etichette non sono molto importanti in questo caso: deve essere un corso di 20 ore (o equivalenti), frequenza obbligatoria, aperto a tutti, ma con un numero massimo predefinito di partecipanti. Probabilmente nel primo semestre.

Apro quindi un “concorso” di idee.
“Concorso”, tra virgolette: senza premi in palio, senza competizione. Per il gusto di farlo, magari frequentando il corso l’anno prossimo (ma non posso assicurare diritti di prelazione, se fosse a numero chiuso).
Scadenza: 15 gennaio 2023.

Mi rivolgo quindi, naturalmente, alle studentesse e agli studenti di giurisprudenza dell’università di Trento, ma non in modo esclusivo. Se qualcuno che non potrà frequentare il corso (non iscritto, altro ateneo o dipartimento, già laureato, impossibilità di frequentare, esami finiti, altra collocazione geografica, etc.) vuole partecipare, è il benvenuto.

Alcuni parametri.

a) Io mi sono occupato di diritto amministrativo, diritto dell’ambiente, sostenibilità ambientale, privacy, diritto di Internet. Negli ultimi anni però mi sono dedicato a etica, università, comunità, cammini, studentesse e studenti, didattica, regole, relazioni accademiche, e di queste cose in particolare potrei occuparmi (non tutte in una volta). Ma sono aperto ad altro.

b) Il corso potrà essere outdoor o indoor. Ma sempre, rigorosamente, in presenza. Per fare l’anglofono figo, blended. Tradotto: imbastardito (un po’ in aula, un po’ fuori).

c) Caratteri importanti: partecipazione attiva, senso comunitario, approccio esperienziale, condivisione, libertà di espressione, con possibili tratti di sana follia.

d) Contaminato: altri saperi (il diritto è presente, ma non dominante), modalità inusuali (didattica innovativa), ospiti (che ci piacciano).

e) Incontaminato: non ammessi laptop, smartphone, bronci, competizione tossica, opportunismo, egoismo.

Non vi chiedo un progetto compiuto (quello spetterebbe a me), ma idee e proposte. Anche semplici spunti, pure disordinati. Potete contestare i parametri sopra indicati, aggirarli, plasmarli. Potete anche solo rifletterci, e non mandarmi nulla.

Grazie per l’attenzione.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: